Chi siamo

Vincotto Experience nasce dalla ARTIGENIALITA’ dei Maestri del cibo, ispirati dagli antichi romani,  hanno rivisitato alcune loro specialità arricchiendole con il VincottO

clicca qui per conoscere le aziende

 

VincottO primitivo

La storia dell’azienda inizia tre generazioni fa’ quando la famiglia Venneri si prendeva cura dei propri vigneti rispettando la natura e l’ambiente. Questa è ancora oggi la filosofia dell’azienda, oggi commerciale, che ancora coltiva i propri terreni in regime naturale abbracciando una politica energetica ecosostenibile. L’azienda è oggi in grado di servire ampi mercati grazie alle scelte portate avanti negli ultimi anni.

Newsletter

Scopri gustose ricette da realizzare con i nostri prodotti Clicca qui
  • Storia del VincottO salentino
  • Ricette
  • Newsletter

In Salento il Vincotto deriva dalla lenta cottura del mosto d’uva cotto e del vino che sta per andare ‘spunto’ e che, ridotti insieme, raggiungono la consistenza di uno sciroppo denso completamente analcolico: questo noi lo chiamiamo  Vincotto Salentino

La tradizione di questo Vincotto risale fin ai tempi degli antichi Romani quando costoro usavano ridurre il mosto d’uva per poterlo meglio conservare e trasportare; ma è a partire dal 1863 che nel Salento si diffonde ampiamente la produzione del Vincotto in concomitanza con l’aumento della produzione vitivinicola. A cause delle tecniche di produzione non perfette del tempo, il vino tendeva ad andare “spunto”, iniziava cioè a diventare aceto, e perciò, per salvarlo, lo si ribolliva lentamente con il mosto d’uva cotto ottenendo dopo una lunga cottura il Vincotto. Un prodotto questo, che essendo derivato dal vino, mantiene inalterate tutte le proprietà salutistiche e organolettiche tipiche dei vini rossi. Il valore aggiunto del Vincotto Salentino in definitiva, risiede proprio nella fermentazione del buon vino da cui deriva, processo base di tutti i prodotti più prestigiosi della tradizione italiana.

Il mosto cotto d’uva viene chiamato ‘cuettu’ nel dialetto locale, ed è un prodotto dai mille usi e adatto a tutta la famiglia: anche ai bambini e agli anziani in ragione delle sue proprietà salutistiche.

Terra Apuliae ha riscoperto e rivalutato l’antica ricetta di famiglia con la quale produce oggi il  Vincotto Salentino; un prodotto che rende accessibile ad un mercato sempre più ampio.

Vi propongo oggi una ricetta semplice e squisita che ha fatto impazzire mezzo Salento…chi non è amante della patate al forno..meglio ancora se le patate sono le novelle di Galatina e sono condite con una generosa quantità di Vincotto Balsamico che crea una golosa crosticina dal sapore inconfondibile.

Ingredienti:

1Kg. di patate di Galatina
rosmarino, pepe e sale q.b.olio extra vergine di oliva 150 ml. Vincotto Balsamico.

Condire a crudo le patate di Galatina ben lavate ma non sbucciate con abbondante olio extra vergine di oliva, rosmarino, pepe, sale e Vincotto Balsamico. Sistemare in una pirofila e infornare 220°C per almeno 30 minuti. Girare di tanto intanto. Lasciar cuocere fin quando la forchetta entrerà con facilità nelle patate e attorno ad esse non si sarà creata una crosticina scura. lasciar freddare leggermente e servire.

 

Scopri altre ricette cliccando qui

 

pasto in epoca romana

Gli antichi romani usavano il vincotto come ingrediente per arricchire carni ed altri piatti, e nelle torte come edulcorante. Il Vincotto primitivO è un Vincotto Salentino dal potere antiossidante molto elevato, pari a circa 20700 mol Trolox eq. per 100ml di prodotto (metodo di analisi ORAC )

 

 

Un potente antiossidante Un potente antiossidante

Di.STe.BA dell’Università del Salento